Marketing

Come creare un Blog personale

come creare un blog personale

Volete aprire un blog personale ma non avete alcuna idea di come cominciare?

Che sia per condividere le vostre conoscenze, il vostro lavoro, avviare un’attività o semplicemente avere un blog in cui parlare dell’unicità della vostra quotidiana, siete nel posto giusto.

Per sapere come creare un blog non è necessario avere un master in ingegneria informatica, tuttavia per le persone che non sono così a proprio agio con la tecnologia, potrebbe non essere una cosa semplice.

Con questo articolo, abbiamo creato una guida passo-passo per chiunque voglia sapere come creare un blog personale da zero.

Che cos’è un blog

Negli ultimi anni, avere un blog è quasi come avere un’estensione di sé stesso. Personalità pubbliche, celebrità, persone comuni, madri, padri e figli, imprenditori e uomini d’affari… tutti hanno o vogliono un blog!

La bellezza del blog è che può essere allo stesso tempo uno strumento di lavoro e uno spazio più personale in cui parlare di sé e delle proprie passioni. In fondo è possibile conferire al vostro blog l’uso che desiderate, considerato anche come un proprio diario personale.

Quale piattaforma scegliere

Una delle prime decisioni tecniche di coloro che cercano di sapere come creare un blog, è la scelta piattaforma da utilizzare. Ci sono varie piattaforme e opzioni. Una fra tutte: WordPress.

WordPress è la piattaforma web più utilizzata, più del 50% dei siti Web funziona con questo sistema.

WordPress è un sistema open source gratuito (ovvero, grazie allo sviluppo e grazie ai contributi di persone in tutto il mondo), intuitivo e molto, molto facile da usare. Potete infatti facilmente usare WordPress senza sapere nulla di programmazione o webdesign.

Sapere come creare un blog equivale a sapere come usare, fin dall’inizio, una piattaforma pratica, facile ed intuitiva. È possibile creare un blog, ma in futuro se voleste trasformarlo in un negozio online un giorno potrete farlo facilmente aggiungendo uno strumento gratuito chiamato WooCommerce.

wordpress

Come creare un blog

Avere un blog dall’aspetto professionale, bello e sicuro non deve comportare un investimento importante contrariamente a quanto molti pensano. L’unico investimento che dovete fare per avviare il blog è la registrazione del dominio e l’hosting.

La registrazione del dominio si riferisce al nome che si desidera dare al blog. Una decisione da prendere in modo non frettoloso, perché sarà il primo biglietto da visita, il primo impatto con i lettori in relazione al vostro spazio personale.

L’ hosting invece è il server in cui verrà ospitato il blog. È qui che tutti i file, i dati, le informazioni, i post e le immagini saranno accessibili in qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo.

Differenze tra un hosting gratuito e a pagamento

Un hosting gratuito come Blogger, Blogspot, sono piattaforme che ti permettono di creare un blog con pochi click, dove non avete bisogno di alcuna installazione o configurazione per avere tutto pronto. La gratuità e il fatto che siano preinstallati e configurati sono, tuttavia, gli unici vantaggi di questo tipo di piattaforme.

Quando creerete il vostro blog su queste piattaforme, in realtà dovete tener conto che il vostro blog non vi apparterrà.

Iniziamo con il nome: il blog sarà associato ad un’estensione dell’hosting stesso, ad esempio: mariorossi.blogspot.com o mariorossi.wordpress.com. È possibile acquistare un nome di dominio senza questa estensione e associarlo all’hosting gratuito, ma le piattaforme gratuite possono posizionare annunci o banner sul vostro blog. Possono anche cambiare le regole da un giorno all’altro. Persino chiudere il blog in qualsiasi momento, è di fatto ospitato su un sito che non controllate, e tutto ciò che avete inserito non vi appartiene al cento per cento.

Vantaggi di un hosting a pagamento

Con un hosting a pagamento non è necessario investire molto denaro, il blog sarà di vostra proprietà al 100% e potrete modificarlo, controllarlo e preservarlo.

La piattaforma che vi consigliamo di utilizzare è WordPress, e qui parliamo di wordpress.org e non del servizio wordpress.com gratuito.

WordPress è la piattaforma più utilizzata su Internet, è una piattaforma totalmente gratuita, che ha migliaia di temi, plugin e funzionalità che combinati insieme possono andare a creare il blog dei vostri sogni.

Dopo aver scelto un hosting affidabile, in rete ne troverete parecchi, sarà necessario scegliere il dominio.

scelta del giusto hosting web

Scegliere il dominio di un blog

Questo è il momento di registrare il nome del vostro blog. Sapere come creare un blog personale di successo implica scegliere un nome di successo.

Scegliere un nome è una delle fasi più difficili nel processo di creazione di un blog; in modo che in futuro non siate costretti a cambiare nome e dominio, scegliete con calma. Pensate a un nome che sia:

  • breve;
  • facile da memorizzare;
  • facile da pronunciare e da scrivere;
  • non collegato a cose negative.

Effettuate una ricerca su Google prima di registrare il nome: potrebbe essere associato a prodotti che non offrono una buona immagine al progetto.

I nomi che evocano stati civili, età, professioni o città possono diventare obsoleti nel tempo.

Se possibile scegliete un nome che sia collegato ad alcune parole chiave o alla ricerca ricorrente nei motori di ricerca.

scelta del nome di dominio

Installare WordPress

Con il dominio e l’hosting acquistato, si può procedere con l’installazione di WordPress.

Scegliete un tema

Potrete scegliere tra migliaia di temi gratuiti per il tuo blog facendo clic su Presentazione> Temi> Aggiungi nuovo.

Se si desidera un tema più complesso, è possibile cercare temi professionali e alcuni in considerazione in siti come Creative Market o ThemeForest.

Installate alcuni plugin essenziali

Quando aprite per la prima volta la pagina dei plug-in (sotto Plugin> Aggiungi nuovo) rimarrete sbalorditi da quante funzioni potrete aggiungere al blog.

Ma il focus di un blog di successo è focalizzare il lettore sul contenuto e non su pop-up, banner, immagini o effetti visivi.

Due dei plugin essenziali (e gratuiti) per avviare un blog personale di successo sono:

Yoast SEO: SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization  ed è un insieme di tecniche applicate a un sito Web o blog per ottimizzarlo rispetto ai motori di ricerca. Cioè, l’applicazione di buone tecniche SEO è sinonimo di una migliore immagine e posizionamento nella SERP di Google durante le ricerche. Yoast SEO è un plugin per WordPress che rende più facile avere una migliore struttura SEO e ottimizzazione.

Google Analytics: la creazione di un account Google Analytics vi consentirà di sapere quante visite riceve il blog, da dove provengono queste persone, dove vivono e quali sono i post più letti.

Iniziate a scrivere e creare contenuti

Con il dominio registrato, l’hosting acquistato e WordPress installato, potete finalmente iniziare a scrivere sul vostro blog.

Ecco alcuni suggerimenti per rendere la vostra esperienza di blogger il più semplice possibile.

Il lettore dovrebbe essere la vostra principale preoccupazione. Preoccupatevi di rispondere a tutte le esigenze e domande dei vostri utenti e divertitivi a scrivere! Scrivere ciò che piace fa sì che tutti i contenuti pubblicati siano genuini.

Prendete ispirazione da altri blog, ma senza copiare, essere originali non è difficile. Pubblicate contenuti di valore, condividete suggerimenti, consigli ed esperienze che avete realmente vissuto.

Monetizzare non dovrebbe essere una preoccupazione dei primi tempi, all’inizio ci si dovrebbe preoccupare di offrire i migliori contenuti che potete e raggiungere un pubblico costante. Se il contenuto è buono e il pubblico cresce, i soldi e le campagne arriveranno.

La monetizzazione è facile, ma non è un processo immediato. Fin dall’inizio potete registrare il blog in alcune campagne pubblicitarie e registrarlo gratuitamente su Google Ads per poter pubblicare alcuni annunci, ma non aspettatevi di guadagnare grandi cifre. Anche in questo caso, tutti i processi di monetizzazione dei blog sono redditizi solo se avete buoni contenuti, un pubblico coerente e costante soprattutto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *