Marketing

Dimmi come si posiziona il tuo sito online e ti dirò che azienda sei: come apparire in prima pagina su Google

posizionamento seo sito online

Le aziende e i professionisti che presentano il loro sito nel web vorrebbero ricevere più traffico possibile dai motori di ricerca. L’obiettivo comune, qualunque sia la loro attività, è quello di ricevere visite migliorando così il posizionamento del loro sito su Google e sugli altri sistemi virtuali per la ricerca dei contenuti da parte degli utenti.

Un risultato che non si ottiene in un giorno ma che si può raggiungere con le giuste accortezze e strategie. In questo articolo capiremo gli aspetti da non sottovalutare per far crescere il proprio business online.

Un sito internet è uno spazio da gestire secondo delle precise logiche. Si parte sempre da contenuti di qualità, testi e immagini che valorizzino il proprio lavoro e che presentino al meglio l’attività.

Per farlo comparire in cima alla SERP, ovvero la pagina che contiene i risultati della ricerca di Google, i testi scritti devono sempre attenersi alla logica SEO.

Per SEO si intende Search Engine Optimization, ovvero la disciplina che regola l’ottimizzazione e la visibilità di un sito sui motori di ricerca, in altre parole il “posizionamento motori di ricerca”. 

Facciamo chiarezza: differenza tra indicizzazione e posizionamento di un sito internet

Per far decollare il proprio sito nel web è bene avere le idee chiare, a cominciare dalla differenza tra indicizzazione e posizionamento di un portale. Per tantissimi utenti questi due termini sono sinonimi, ma non è così.

L’indicizzazione di un sito significa che il motore di ricerca lo prende in considerazione e lo inserisce nelle sue pagine di ricerca. Quando non compare nella SERP di Google, è possibile effettuare una segnalazione tramite la pagina “Aggiunta/Aggiornamento di un URL”.

Eseguire questa operazione significa fare presente a Google l’esistenza del proprio sito indicizzandolo di conseguenza.

Il posizionamento invece è dove si trova il proprio sito nelle pagine di ricerca di Google. Questo dipende da come è strutturato il portale, dalla qualità e originalità dei suoi contenuti e dallo sviluppo dei testi in chiave SEO. 

Vediamo come fare al meglio il primo passo per far decollare la tua azienda. A seguire è fondamentale creare un piano editoriale ben strutturato per la gestione ottimale dei contenuti online.

Come posizionarsi nei motori di ricerca

I motori di ricerca si basano su centinaia di variabili per posizionare i contenuti: nelle prime posizioni si trovano i siti che restituiscono all’utente il miglior risultato possibile pertinente alla sua ricerca.

Creare un sito web con la scrittura di contenuti attinenti alla propria attività resta uno dei fattori determinanti per un buon posizionamento.

Alle tematiche originali, interessanti e ben sviluppate è fondamentale proporre delle informazioni aggiornate. Esistono inoltre alcune strategie SEO che aiuteranno a migliorare la posizione del sito.

L’utilizzo della keyword, la parola chiave in un testo, è una delle fondamentali ma senza esagerare. Spesso gli utenti pensano di dover abbondare con questa pratica conosciuta come keyword stuffing, ma gli esperti sconsigliano di inserire la parola chiave troppe volte e suggeriscono non più di 2 o 3 volte nello scritto.

Gli strumenti da utilizzare per individuare le parole chiave più ricercate nel web e per trovare degli spunti editoriali utili a fornire delle parole chiavi correlate alla keyword principale sono Google Trends e KeywordTool.

La local SEO per migliorare il posizionamento geografico

Google e gli altri sistemi forniscono inoltre un altro strumento che può migliorare il posizionamento del sito nella SERP. Si tratta della local SEO che ottimizza dei siti web con una particolare attenzione al dato geografico attribuendo loro delle coordinate geografiche che permettono l’individuazione immediata su mappa. 

Questo strumento permette di migliorare il posizionamento del proprio sito nel momento in cui un utente cerca un esercizio associandolo ad un determinato dato geografico.

Un tool molto utile che utilizza la specifica ricerca di un particolare luogo (inserendo per esempio la città) ma anche senza indicare nessun dato geografico (basta effettuare la ricerca da un dispositivo mobile con geolocalizzazione di Google attivata). 

La local SEO contribuisce quindi ad ottimizzare il servizio di un motore di ricerca: permette all’utente di trovare senza difficoltà le informazioni utili e pratiche, come per esempio l’indirizzo, gli orari di apertura e il numero di telefono.

Un logica che risponde in conformità agli obiettivi dei motori di ricerca che puntano a dei risultati di alta qualità sempre corrispondenti alle ricerche degli utenti. 

Per migliorare il posizionamento del proprio sito nei motori di ricerca non basta seguire con attenzione le strategie SEO e local SEO, è fondamentale monitorare di sovente il posizionamento del tuo sito su Google, ovvero capire e verificare come viene mostrato nella pagina dei risultati di ricerca o SERP agli utenti.