Comunicazione

Comunicare nel modo giusto sui social media: i 6 errori più comuni

errori social media

Chi usa i social media per fare marketing sa di avere a disposizione uno strumento molto potente, dato che la visibilità del messaggio pubblicato sui canali social è potenzialmente illimitata. Tuttavia, questo comporta anche il rischio che il più piccolo errore diventi fatale nella realizzazione della strategia di marketing. Sei davvero sicuro di comunicare nel modo giusto sui social media? Per trovare la risposta ti invitiamo a scoprire i 6 errori più comuni sui social media.

Social media tra errori e false credenze

Lavorare con i social media non è semplice e solo chi si affida a specialisti come ForteChiaro può avere la certezza di non commettere errori, spesso banali, e di ottenere davvero risultati concreti. Quali sono, allora, questi errori comuni che ogni imprenditore ha commesso almeno una volta nella vita? Scopriamolo assieme.

  1. Pensare che i post organici raggiungano tutti i follower

Un utente dei social media vedrà solo i contenuti delle aziende con cui interagisce di più o che creano maggiori interazioni ed engagement sulle pagine che segue. I social media, infatti, funzionano sulla base di algoritmi, che mostrano i post solo ad una percentuale dei follower. Inoltre, i contenuti vengono mostrati di più nei primi minuti dopo la loro pubblicazione. Per questo gli specialisti di ForteChiaro sanno individuare analizzando gli Insight gli orari migliori per la divulgazione di post sui social.

  1. Invitare familiari, amici e conoscenti a seguire la pagina

Invitare i familiari, gli amici e i conoscenti è una pratica che può risultare vantaggiosa quando la pagina è appena nata ed ha bisogno di farsi conoscere, ma che a lungo tempo rischia di generare un effetto boomerang. Si tratta, infatti, di “sporcare” la fan base con utenti che diventeranno inattivi, in quanto non interessati ai contenuti condivisi. Cosa comporta questo? Non interagendo con i post, i fan inattivi penalizzeranno la tua pagina Facebook agli occhi degli algoritmi. Per questo in ForteChiaro consigliamo agli imprenditori di avere meno follower, ma veramente interessati in modo da ampliare la visibilità dei messaggi promozionali e dei contenuti della tua strategia di social media marketing.

  1. Essere presenti (male) su ogni social media

Molti, troppi imprenditori pensano di dover essere presenti su ogni social media. Facebook, Linkedin, Instagram richiedono contenuti ed hanno obiettivi diversi. Per questo chi si occupa a livello professionale di social media marketing sa come sia importante individuare strategie diverse per ogni social e tipologia di utenti in modo da creare una community solida. Essere presenti su tutti i social media, in poche parole, può rivelarsi controproducente.

  1. Non rispondere a commenti e messaggi

Come abbiamo detto, l’obiettivo di una valida strategia di social media marketing è quello di generare interazioni sui social media. A queste interazioni deve corrispondere una presenza attiva dell’azienda, che deve rispondere rapidamente e in modo preciso a commenti e messaggi. Le pagine e gli account di chi ha brevi tempi di risposta godono di maggiore fiducia da parte dei fan e dei follower e questo si traduce in un maggiore engagement.

  1. Reagire male alle critiche e ai commenti negativi

Creare un buon rapporto con i follower richiede una comunicazione corretta, anche quando i fan pubblicano commenti negativi e critiche. Un vero professionista del social media marketing sa trasformare questi contenuti in opportunità per ottenere una visibilità maggiore, a patto di saper rispondere con serietà e disponibilità. I commenti e le critiche fanno parte della vita di ogni community e l’obiettivo è saperli trattare in modo da mantenere la fiducia degli utenti.

  1. Prestare attenzione solo alle vanity metrics

Troppi imprenditori si concentrano esclusivamente sulle vanity metrics ovvero follower, impression e like. Naturalmente sono dati che non possono essere trascurati, ma tra questi la metrica fondamentale dei social media è l’engagement. Le vere domande da porsi sono:

  • Quanto sono attivi i tuoi utenti sulla pagina?
  • I commenti sono positivi, neutri o negativi?

Le pagine che si pongono l’obiettivo di aumentare l’engagement vedranno migliorare rapidamente anche le altre metriche. Provare per credere!

Conclusioni

In conclusione, anche se sempre più di tendenza, i social media vanno usati come strumenti professionali senza pensare che basti pubblicare un contenuto per veder crescere follower, engagement e conversioni. Troppi imprenditori che si avvicinano a questo mondo lo fanno in modo improvvisato, senza possedere le conoscenze base tecniche e strategiche per evitare di commettere errori.

Per questo noi di ForteChiaro ti invitiamo a scoprire il pacchetto Parla Chiaro per una gestione ottimale dei tuoi account sui social media. Fidati degli specialisti di ForteChiaro per far crescere la tua azienda sui social media!