Curiosità

#Iloveyouhater! Sprite neutralizza i trolls con l’amore

pubblicità sprite 2019

Finalmente un break televisivo che aggiunge valore ad un momento di pausa quasi sempre sterile e privo di un coinvolgimento degno di nota.
Di cosa parliamo? Del nuovo spot pubblicitario della Sprite che, da giorni, fa la sua comparsa nelle nostre TV.
Questa volta, devo dire, il nostro atteggiamento svogliato onestamente non ripaga.

Marketing Above the line: la Sprite e l’uso dei mezzi di comunicazione tradizionali

Sicuramente l’abbiamo visto tutti, seppur distrattamente o di sfuggita il nuovo spot pubblicitario della Sprite che riempie i momenti di break televisivo.

Onestamente, il suo significato non è così immediato da essere afferrato all’istante da tutti ma, osservando con più attenzione di quanta ne diamo solitamente, ci troviamo, secondo il nostro parere, davanti ad una vera e propria rivoluzione.

Questo tipo di spot rientra nella categoria del cosiddetto marketing “above the line”, vale a dire quel tipo di comunicazione che utilizza i media classici per arrivare all’obiettivo finale.

La Sprite e il suo Hashtag  #Iloveyouhater!

La Sprite vuole inviare un messaggio chiaro e forte e lo fa sintetizzando tutto il suo pensiero nell’hashtag #Iloveyouhater!.

Un Hashtag in sintesi è uno dei tanti tipi di etichettatura (chiamati Tag) presente in alcuni social network (ad esempio Instagram) con lo scopo di aggregare immagini, testi e foto che appartengono ad uno stesso tema, al fine di rendere più semplice e veloce per l’utente la ricerca di ciò che più gli interessa.

Il termine hashtag si riferisce al simbolo che lo contraddistingue da altri tipi di etichettatura, cioè il cancelletto #, utilizzato in questo contesto insieme ad un breve contenuto testuale rigorosamente privo di spazi.

Gli haters: chi sono?

Gli haters sono persone che, nascoste dietro ad un pc con il proprio nickname, avvelenano discussioni online con un odio sempre immotivato e spesso violento. Gli haters disprezzano chiunque, trovando un qualsiasi pretesto per sfogare la propria rabbia con parole che feriscono e causano dolore a chi le riceve.

 #Iloveyouhater! : il suo messaggio sociale

 Il brand Sprite con il suo spot #Iloveyouhater! vuole essere un inno contro il bullismo, contro un disagio sociale che avanza a macchia d’olio fatto di un odio profondo che si diffonde contro chi è “diverso”, contro chi non corrisponde ai canoni accettati dalla società, contro chi si discosta dalla massa e sottolinea la sua presenza come singolo individuo.

Il messaggio inviato è forte, molto forte, arriva agli occhi, entra dentro fino al cuore, colpendolo con grande forza. Ci costringe a riflettere, fermarci e pensare.

Riprende la nostra fuga mentale in un mondo lontano e ci riporta con forza alla realtà, ad oggi, al mondo che siamo diventati.

Ci fa vedere con poche immagini che nonostante l’odio che si riceve si può sempre scegliere come rispondere, che c’è sempre una scelta anche quando la situazione sembra più grande di noi.

Questo spot dichiara a gran voce che ci si può rialzare, con gesti semplici e tremendamente forti, con la forza di un sorriso, con la voglia di andare avanti e, soprattutto, con la forza immensa della comprensione.

Capire l’altro che, nonostante voglia recare danno, ferire, deridere colui che è diverso, nasconde solo una grande paura e la sfortuna di non aver appreso, forse, una grande lezione di vita, il rispetto per l’altro e per se stesso.

Se non c’è rispetto, non vi è onore in quello che si compie e, con il tempo, tutto questo pesa sulla propria anima, fatica a restare a galla e a muoversi senza che la propria libertà  ne risulti deprivata.

Ci siamo dimenticati quanto sia difficile comprendere, perché prevede una sosta dalla frenesia del “correre”, perché prevede una domanda non più all’esterno ma dentro ciascuno di noi, significa vedere e non guardare, andare oltre i propri confini, oltre sé stessi per scorgere in fondo a colui che ferisce una grande paura, un errato tentativo di non sentirsi solo, fragile e perso.

La paura della solitudine la viviamo tutti, quella paura profonda che viene celata di fronte a grandi sorrisi e giornate colme di persone con cui stare.

In fondo, questa paura è comune.

La paura profonda rifiutata genera odio, odio profondo verso chi pensiamo sia di disturbo, verso chi ci ricorda come uno specchio che colui che viene deriso è più vicino a noi di quanto vogliamo far credere.

Molto spesso il nostro atteggiamento è quello di rispondere all’odio con l’odio, per se stessi o verso l’altro in una sequenza infinita che non porta a soluzioni reali e appaganti.

Con questo spot, in una delle rare volte a cui abbiamo assistito, la Sprite con il suo messaggio #Iloveyouhater! rende facile e comprensibile una risposta diversa e reale come soluzione ad un problema sociale che uccide e lascia ferite indelebili a chi le vive.

Per la prima volta uno spot pubblicitario si trasforma in un abbraccio virtuale che conforta, che porta alla luce in modo delicato e sensibile chi tutto questo lo vive nel silenzio, soffocando rabbia e dolore, andando avanti con la speranza che un giorno possa finire tutto.

Propone una soluzione globale, potente e che disarma chiunque: l’amore.

“Quell’amore sottile, profondo, compreso e condiviso.

Un amore fatto di gesti e non di parole, quel tipo di sentimento in grado di saltare ostacoli impossibili e farti sentire integro, totale e fiero di te.”

(citazione)

Il senso di questo spot del brand Sprite ci ha fatto tornare in mente un paio di frasi che cantava il famoso Modugno nella sua canzone “Cosa sono le nuvole” e vorremmo condividerle:

“ il derubato che sorride

ruba qualcosa al ladro

ma il derubato che piange

ruba qualcosa a se stesso”

(citazione)

Un ringraziamento alla Sprite

Dopo questa piccola parentesi, tornando al brand Sprite, ha creato uno spot pubblicitario che utilizza i mezzi di informazione per sostenere restando quasi nell’ombra, evitando i riflettori su di sé, per dire a gran voce che il fatturato, il marchio, gli obiettivi del brand non devono continuare ad essere solo numeri, che ci si rivolge alle persone per le persone e che, forse, anche questo tipo di marketing “indiretto” può portare a dei risultati, con del valore maggiore, più profondo, perché con questa pubblicità, a  mio parere, la Sprite si è guadagnata rispetto e un profondo “GRAZIE” da tutti noi.  

Per concludere, se anche tu vuoi creare una campagna pubblicitaria per il tuo brand, ottenendo da un investimento dei risultati sicuramente possiamo aiutarti.

Leggendo questa guida “come creare una campagna pubblicitaria ti potrai fare un’idea oppure puoi contattarci alla pagina dei contatti.