Marketing, facebook

La Pagina Facebook: sicuro di saperla usare?

Le pagine Facebook non sono proprio una “novità”: ormai da anni siamo tutti abituati a vederle e conosciamo qualcuno, che, o per lavoro o per divertimento, ne gestisce qualcuna.
Eppure, più passa il tempo e più sembra che molti utenti non abbiano ancora la minima idea di come utilizzare le pagine Facebook come strumento utile per la propria attività.

Facebook non funziona: ho provato ma…

Si sente spesso dire che Facebook “non funzioni”: molti piccoli imprenditori, artigiani e professionisti, pieni di entusiasmo si sono lanciati nel mondo di Facebook iniziando a comunicare tramite le loro pagine per trovarsi con risultati scarsi o pari a zero.
Questo accade per un semplice motivo: l’improvvisazione, cioè l’assoluta mancanza di una strategia e di un’idea chiara su come Facebook funzioni.
Non è come dicono molti “colpa di Facebook che fa di tutto per farti pagare”.
Facebook in quanto azienda ha interesse ad aumentare i propri profitti come chiunque altro. Non è certo una colpa se qualcuno decide di utilizzare una piattaforma senza conoscere le basi o senza strutturare un piano d’azione.

Facebook è una piattaforma di advertising

Facebook guadagna principalmente vendendo alle aziende la possibilità di raggiungere un pubblico ben definito con diversi messaggi promozionali. E si evolve ogni giorno per rendere questa funzione sempre più appetibile è precisa. Il vero scopo di Facebook, in quanto società con fini di lucro, è proprio questo: vendere il proprio prodotto.

Se una azienda pensa che quello che Facebook offre (e per il quale si fa pagare) sia uno svantaggio, anziché un opportunità, allora non ha molte ragioni di utilizzare il social network di Mark Zuckerberg.
Se non ci piace Facebook siamo liberissimi di non usarlo, ma usarlo male e lamentarsi di quanto non ci piaccia, ha poco senso

Pagine Facebook: ecco quello che devi sapere per utilizzarle al meglio

Ad ogni aggiornamento dell’algoritmo di Facebook i limiti di un approccio amatoriale vengono fuori sempre di più. Per questo abbiamo preparato una lista di cose che devi assolutamente sapere:

  1. L’algoritmo mostra i post in base agli interessi ed alle interazioni. Questo significa che se Mario ha messo mi piace alla tua Pagina il mese scorso non è detto che vedrà i tuoi post, se non ha mai interagito con essi e non rientrano nelle tipologie di contenuti con i quali interagisce di solito.
  2. L’algoritmo di Facebook offre un reach organico molto basso per le Pagine. Significa che in media su 100 persone che ti seguono solo una piccola percentuale vede i tuoi post.
  3. Le persone raramente cercano cose che non conoscono su Facebook. Hai mai cercato “scarpe” su Facebook? O “pizza a domicilio”? Probabilmente no, lo fai su Google: ecco perché aprire una pagina Facebook non significa che ci si può aspettare che le persone ci “capitino sopra”.
  4. La Pagina Facebook non sostituisce il sito internet, al massimo lo complementa.
  5. L’unico modo per superare tutti questi ostacoli è saper realizzare piani editoriali che supportino l’engagement e creino l’immagine del brand combinando questo con campagne di sponsorizzazione mirate. Insomma ci vuole un minimo di budget per fare le cose bene.

Cosa NON fare sulla Pagina Facebook

  • Non spammare (non postare continuamente, più volte in lassi di tempo brevi, non postare contenuti di scarso interesse per la pagina o non correlati affatto)
  • Facebook non è il volantino del supermercato: va bene informare i clienti sulle offerte e sui prezzi, ma mettersi ogni mattina come un urlatore al mercato non va bene.
  • Le persone (e di conseguenza Facebook) amano i contenuti visivi: foto, video, grafiche, questo non significa che devi improvvisare con foto brutte, sfocate, buie, senza senso.
  • Non invitare gente a caso sulla tua pagina Facebook. Che siano parenti o amici, se non fanno parte del target della pagine, probabilmente non interagiranno con i post. L’algoritmo dirà: questa pagina ha 1000 mi piace ma solo venti interagiscono, significa che i suoi post sono poco interessanti. Di conseguenza farà in modo che ancora meno persone li vedano. Meglio avere 100 followers attivi ed in target che 1000 pescati a caso (o peggio comprati).

Ti sembra tutto complicato? Può diventarlo: perché non ti risparmi grattacapi, tentativi infruttuosi e investimenti sprecati e ti affidi ai nostri professionisti per una gestione Facebook che porti subito a dei risultati ?