Marketing, Curiosità

Rivoluzione Instagram, dopo i like spariscono anche i “seguiti”

rivoluzione instagram spariscono i seguiti

Continuano le novità del social più in voga del momento tra consenso, disappunto e una buona dose di disinteresse. Dopo aver tolto il contatore dei “mi piace” sotto ogni immagine, Instagram sta mettendo in atto una nuova trasformazione all’interno della propria applicazione che dividerà come sempre gli utenti: si tratta dell’eliminazione della sezione dei “seguiti” dal profilo di ogni utente. Un bel cambiamento per chi spiava la socializzazione virtuale di amici e fidanzati

Il colosso dei social sta rivoluzionando le sue logiche per dare spazio ai contenuti e migliorare l’engagement, ovvero l’interazione tra gli utenti. Negli ultimi mesi ha eliminato il contatore dei like” sotto ogni foto postata, una decisione presa per stimolare le persone a sviluppare consapevolmente le loro scelte senza diventare preda dell’’ “effetto scia” dei grandi numeri.

Togliere il numero visibile dei like viene definito dai ricercatori uno stravolgimento del processo mentale di engagement attraverso il quale si eliminano tutti i fattori esterni al post che possono spingere le altre persone a cliccare “mi piace”.

Una tendenza confermata dagli studi condotti in questi ultimi anni effettuati per monitorare l’andamento del social network, l’articolo (Instagram nasconde il numero dei like), vi permetterà di approfondire questa tematica.

Instagram si evolve ulteriormente per dare un servizio qualitativamente migliore. Oltre a stimolare le scelte personali punta alla qualità delle relazioni con la seconda rivoluzione, quella “dei seguiti”. Questo ulteriore passo permetterà di tutelare ulteriormente la privacy degli utenti con l’eliminazione della sezione all’interno di ciascun profilo.

Sezione seguiti: di che cosa si tratta? E’ davvero così importante?

Il primo dato che salta all’occhio quando guardiamo un profilo Instagram è il numero di follower dell’utente. Nel mondo social vale il detto “Dimmi quanti followers hai e ti dirò chi sei”. Poco importa se sono reali oppure no, il contatore dei “seguaci” non passa mai inosservato.

Meno di spicco ha invece la voce “seguiti”, una sezione sconosciuta ai più prima di questo cambiamento. Di poca importanza per un gran numero di utenti, soprattutto per chi utilizza il social per proseguire le relazioni sociali già intraprese nel mondo reale, per altri invece si rivelava un’importante fonte di informazioni per vedere, o sarebbe meglio dire spiare e controllare le loro attività all’interno della piattaforma.

Detta in altre parole, questa voce dell’applicazione è la più seguita dalle persone curiose. Che siano amici o fidanzati, era molto utile per chiunque avesse l’interesse di “spiare” un determinato utente, dalle sue passioni, alle reali o ipotetiche relazioni.

La sezione seguiti era un canale per informarsi (o ipotizzare?) su quello che non si vedeva direttamente, accessibile da un cuoricino in basso a destra che permetteva di visualizzare tutte le attività dei profili seguiti.

Attraverso questa funzione si potevano vedere i “mi piace” lasciati da un particolare profilo, magari da quello di una persona a noi particolarmente vicina. Una sorta di sfera di cristallo di fidanzati gelosi o amici particolarmente curiosi.

Una rivoluzione nel nome della privacy

Questa “seconda rivoluzione” anti gossip si rivela in realtà una scelta ponderata. Il team di Instagram ha attuato questo provvedimento per tutelare gli utenti, soprattutto quelli più giovani. Una decisione presa per proteggere la privacy e limitare il rischio di casi legati al bullismo o allo stalking, sempre più numerosi e facilitati dal mondo virtuale del social network.

Per gli amanti dell’esplorazione virtuale la piattaforma ha già provveduto a creare una sezione “esplora“, un’alternativa che funziona come una sorta di “lente d’ingrandimento” che permette agli utenti di raggiungere profili e contenuti che potrebbero essere d’interesse.

Le rivoluzioni di Instagram hanno già stravolto le abitudini degli affezionati di questo social e sembrano non arrestarsi. La strategia evolutiva che sta attuando la piattaforma punta a migliorare la qualità della vita virtuale degli utenti che oramai vive in simbiosi con quella reale. Un atto di responsabilità nei confronti degli iscritti nonostante qualche critica.